Ripensamenti, ordini sbagliati, oggetti danneggiati o mal funzionanti? Ecco una guida essenziale su come il consumatore può chiedere un rimborso ad Amazon.

Rimborso Amazon
Rimborso Amazon

Se anche voi avete acquistato qualcosa su Amazon e il vostro oggetto è arrivato difettoso, guasto o semplicemente non conforme a a quanto vi aspettavate, siete nel posto giusto, Richiedere un rimborso Amazon è possibile persino se non volete più quello che avete acquistato.

Nel caso in cui desideri restituire un articolo, puoi farlo rispettando alcuni tempi tecnici che il grande e-commerce ha imposto nel suo regolamento. Per semplificarvi le cose e non farvi perdere nei meandri delle varie postille burocratiche all’interno dl portale Amazon, seguendo le nostre semplici indicazioni, potrete procedere facilmente alla restituzione.

Resi per articoli errati, danneggiati o difettosi

Un articolo può essere restituito sia se danneggiato o difettoso, sia se non conforme a quanto ordinato. Può infatti capitare che ci venga consegnato un oggetto magari di un colore differente a quanto richiesto e anche in questo caso è possibile effettuare il reso Amazon.

In questi tre casi, avremo diritto al rimborso economico del costo dell’articolo più le eventuali spese di consegna sostenute e ovviamente quelle da investire per la spedizione dell’oggetto. Verranno rimborsati inoltre anche eventuali costi sulla confezione regalo o su altri servizi associati all’ordine.

Una volta che Amazon controllerà la merce tornata indietro, se non riscontrerà il guasto o il difetto, addebiterà al conto dell’utente le spese di spedizione e il costo dell’articolo stesso.
La merce va quindi imballata e spedita al mittente; a tal proposito si consiglia sempre di mantenere l’imballo originale per qualche giorno, onde evitare di trovarne un’altro idoneo.

Per effettuare un reso di questo tipo collegarsi alla pagina di supporto.

Resi per articoli acquistati da rivenditori di terze parti

Spesso si acquistano prodotti anche da rivenditori di terze parti e anche se stiamo comprando sempre tramite Amazon, le politiche di restituzione cambiano: in  questo caso dovremo seguire le regole della “garanzia dalla A alla Z”. I venditori di terze parti sono dovuti ad applicare le politiche di reso conformi a quelle applicate da Amazon, ma generalmente ognuno di essi ha poi una sua polita interna. Per saperne di più dovremmo visitare la pagina di dettaglio che si trova sul profilo del venditore.

Se in questa pagina non sono previste indicazioni dettagliate sulla restituzione si applicheranno le regole contenute nelle sezioni Garanzia legale Rimborsi in questa pagina di supporto.

Una volta fatta la richiesta di reso al venditore dobbiamo attendere la sua risposta. che deve pervenire entro 2 giorni lavorativi, passati i quali possiamo inviare un reclamo. Se tutto va bene riceveremo un’email contenente un’etichetta di reso da stampare ed applicare al pacco, o istruzioni dettagliare su come restituire l’oggetto. Difficilmente riceveremo un rimborso per le spese di spedizione sostenute, ma se la restituzione rientra nella categoria degli articoli difettosi, danneggiati o non conformi alla descrizione fornita potremmo avere diritto a un rimborso integrale.

Diritto di recesso entro 14 giorni

Per ogni acquisto effettuato a distanza esiste il diritto di ripensamento, o diritto di recesso anticipato. Entro un termine di 14 giorni dal ricevimento della merce si può esercitare questo diritto di restituzione dell’oggetto, senza dover fornire giustificazioni particolari. Anche in questo caso si ha diritto al rimborso della cifra sostenuta per l’acquisto e delle eventuali spese di spedizione.Dobbiamo però rifarci ad una serie di linee guida rilasciate da Amazon stessa, abbastanza ovvie, ma che è comunque bene specificare:

  • Se restituisci un articolo che fa parte di un ordine multiplo, ti verranno rimborsate le spese di spedizione relative al singolo articolo restituito.
  • Se restituisci un intero ordine, ti verranno rimborsate le spese di spedizione relative all’intero ordine.
  • Per gli articoli consegnati in Italia o all’estero, ti verranno rimborsate le spese di spedizione relative alla modalità di spedizione più economica offerta da Amazon, sostenute per ricevere l’articolo.

In questo sosterremmo noi le spese per spedire l’articolo, un piccolo prezzo da pagare, ma che sicuramente aiuta il consumatore a riprendere almeno quando speso inizialmente e senza fornire alcuna spiegazione.

Rimborso entro 30 giorni

Abbiamo la possibilità di restituire quanto acquistato entro 30 giorni di calendario, a partire dalla data di consegna. Amazon ti rimborserà il costo sostenuto per l’acquisto ma non della spedizione per la ricevuta del pacco e per l’invio dello stesso. Non saranno restituiti nemmeno i soldi spesi per eventuali confezioni regalo o altri servizi annessi all’ordine.

Rimborso oltre i 30 giorni

Se l’oggetto che abbiamo ordinato ha superato i 30 giorni dalla data di spedizione, non è possibile restituirlo come reso. In questo caso subentra la garanzia del prodotto che dura 2 anni per i prodotti acquistati da persona fisica e 1 anno per quelli acquistati da azienda. Se il prodotto è guasto o mal funzionante, durante questo periodo si può aprire un RMA (Return Merchandise Authorization) e chiederne la riparazione/sostituzione. Amazon deciderà da caso a caso come procedere. Le spese di spedizione sono a nostro carico.

Rimborso per ordini regalo

Se ciò che abbiamo ricevuto è un regalo da un amico o da un parente, le regole di restituzione sono le medesime viste precedentemente, ovvero quelle applicabili ai normali acquisti. Non verranno rimborsati i costi della confezione regalo o degli altri servizi associati all’ordine e le spese di restituzione (spedizione pacco) sono a carico del consumatore.

Come viene effettuato il rimborso

I rimborsi vengono erogati sul conto del consumatore attraverso il metodo di pagamento usato per l’acquisto. Spesso è prevista anche l’opzione “Rimborso Immediato“. Selezionando questa opzione riceveremo immediatamente la somma spesa anche senza aver spedito la merce. Anche in questo caso i soldi saranno erogati sul conto del consumatore attraverso il metodo di pagamento usato. In caso di mancata restituzione degli articoli entro i 30 giorni Amazon addebiterà nuovamente la somma restituita in precedenza, facendo decadere, di fatto, la possibilità di restituire nuovamente l’oggetto.

Lascia un commento

avatar