Simile al 4G e al vecchio 3G, la telefonia 5G è una connessione wireless creata appositamente per stare al passo con il dilagare di dispositivi che necessitano di una connessione internet mobile. Ma non si tratta più solamente di smartphone, tablet e computer.

Infografica-Consumo-Digitale
Infografica-Consumo-Digitale

Oggi elettrodomestici, serrature, telecamere di sicurezza, automobili, device indossabili, collari per cani e tanti altri dispositivi stanno iniziando a connettersi a internet. Gartner prevede che entro il 2020 20,8 miliardi di dispositivi saranno collegati al web. Per fare un confronto con oggi basti ricordare che attualmente ci sono circa 6,4 miliardi di dispositivi connessi.

Ma per rendere il 5G e il futuro della telefonia wireless un po’ più facile da comprendere, abbiamo deciso di spiegare quali vantaggi la nuova tecnologia porterà ai consumatori, migliorandone la vita di tutti i giorni.

Telefonia 5G: cos’è il 5G?

La lettera “G” nell’acronimo “5G” sta per “generazione”, indicando appunto un’evoluzione della tecnologia senza fili negli anni. Tutto è cominciato agli inizi degli anni ’90 con le reti 1G, con possibilità di fare solo le telefonate, estese poi allo standard di trasmissione 2G quando le aziende hanno introdotto la possibilità per gli utenti di inviare messaggi di testo tra due dispositivi cellulari.

Alla fine il mondo passò al 3G, che permise alle persone di fare telefonate, inviare messaggi di testo e navigare in internet. Il 4G ha poi migliorato molte di queste funzionalità rese possibili dalla terza generazione di reti wireless. La gente potava così navigare sul web, inviare messaggi di testo e fare telefonate, e persino scaricare e caricare file video di grandi dimensioni senza problemi.

Per questo motivo le aziende di infrastrutture hanno aggiunto la sigla LTE, abbreviazione di “evoluzione a lungo termine”, alla connettività 4G. L’LTE è diventato una versione più veloce e coerente del 4G rispetto a tecnologie concorrenti come WiMax. La differenza tra LTE e WiMax è simile alla differenza tra Blu-ray e HD DVD: entrambe le tecnologie hanno raggiunto risultati simili, ma era importante creare uno standard che fosse comune a tutti. LTE ha fatto proprio questo, rendendo la trasmissione in 4G ancora più veloce.

La telefonia 5G si baserà sulle stesse fondamenta create dal 4G LTE. Essa permetterà alle persone di inviare messaggi, effettuare chiamate e navigare sul Web come sempre, aumentando notevolmente la velocità con cui i dati vengono trasferiti attraverso la rete. Il 5G renderà, dunque, più semplice per tutti scaricare e caricare video Ultra HD e 3D, facendo spazio anche alle migliaia di dispositivi connessi a internet che entreranno a far parte della nostra quotidianità. Immagina di poter aggiornare la tua connessione dati da un sistema di trasporto della capienza di un tubo da giardino a uno con la portata di una manichetta antincendio. La differenza è palese.

Ma il 5G sarà veramente molto più veloce del 4G?

In parole povere: sì, le velocità saranno significativamente maggiori. Attualmente, le velocità di trasferimento in 4G LTE arrivano a un massimo di circa 3 gigabit al secondo. Questo significa che ci vuole orientativamente un’ora per scaricare un breve film in HD in perfette condizioni. Il problema è che raramente le persone sperimentano la massima velocità di download del 4G perché il segnale può essere disturbato da differenti variabili: edifici, microonde, altri segnali Wi-Fi e così via.

La telefonia 5G aumenterà la velocità di download fino a oltre 10 gigabit al secondo. Ciò si traduce nella possibilità di scaricare un film in Full HD in molto meno tempo. La suddetta tecnologia ridurrà anche la latenza in maniera significativa (dando alle persone tempi di caricamento più rapidi). In breve, fornirà alla banda larga wireless la capacità necessaria ad alimentare migliaia di dispositivi collegati.

Come funziona il 5G?

Nella loro forma più elementare, i telefoni cellulari sono fondamentalmente radio a due vie. Quando chiami qualcuno, il tuo telefono converte la tua voce in un segnale elettrico. Questo si trasmette alla torre cellulare più vicina utilizzando le onde radio. La torre cellulare rimbalza l’onda radio attraverso una rete formata da altri ripetitori, e infine al telefono del destinatario. La stessa cosa succede quando invii altre forme di dati, come foto o video.

Tipicamente, quando arriva una nuova tecnologia wireless mobile, come il 5G, ad essa viene assegnata una frequenza radio più alta. Ad esempio, il 4G occupava le bande di frequenza fino a 20 MHz. Nel caso del 5G, è probabile che il segnale si stabilirà su un valore capace di arrivare fino a 6 GHz. La ragione per cui le nuove tecnologie wireless occupano frequenze maggiori è che in genere queste ultime non sono in uso e spostano le informazioni più velocemente.

Quando sarà disponibile il 5G?

Attualmente il 5G è già disponibile in alcune località test degli Stati Uniti quali Texas, Oregon e New Jersey. I due maggiori fornitori che al momento stanno già utilizzando questa tecnologia sono Verizon e AT&T, operatori telefonici americani. Tuttavia, nonostante le fasi di test siano già in via di sviluppo, la maggior parte degli esperti ritiene che la telefonia 5G non sarà disponibile a livello globale prima del 2020. Ma se c’è una cosa su cui tutti possono ritenersi d’accordo, è che vale la pena di aspettare, in quanto una connessione internet veloce è una necessità reale che con il passare degli anni può solamente acuirsi.

Lascia un commento

avatar